[X]

La tua email?


messaggio



catalinbread dirty little secret MKIII

di fullmetalmusic


collezionismostrumenti musicali

Il pedale che mi mancava senza che io lo sapessi


Aggiungi ai preferitiAggiungi ai preferiti
Contatta l'utenteContatta l'utente

Il%20pedale%20che%20mi%20mancava%20senza%20che%20io%20lo%20sapessi Avete presente tutto il mondo dei pedali MIAB(Marshall In A Box)?per chi non lo sapesse è quel tentativo, a volte maldestro, ma per lo più piuttosto avanzato, in relazione al rapporto qualitá /prezzo, di imbrigliare quella favola di suono che è quello che esce da una testata marshall jcm800 o jtm45, e infilarlo, imbrigliarlo, spremerlo, dentro un piccolo o medio stompbox. A chi scrive, la favola piace, solo uno sciocco disinformato o, alternativa, uno consapevole con orecchie foderate di teflon e bunker insonorizzato prenderebbe un marshall da 100 watt monocanale e lo sparerebbe a cannone per ottenere il suono tipico di quelle testate, rock puro, ma senza compromessi. è evidente che la ricerca di un compromesso diventa inevitabile. la stessa casa marshall se ne rese conto alla prima occasione, e tirò fuori quello che forse è il più famoso e iconico MIAB della storia: il guv' nor MKI. è un pedale dal gusto forse un po' secco, e a tratti non perfettamente somigliante, ma era rivoluzionario per l' epoca, e inoltre a prescindere, aveva(e ha) un gran bel suono a prescindere dal confronto con un ampli autentico, molto credibile, forse un po' attufato, se si vuole spaccare il capello, ma sicuramente fa la sua porca, porchissima figura. oggi gira, in buone condizioni estetiche, e quasi sempre senza coperchio batterie, a prezzi da 2 zeri in poi, e quasi sempre senza scatola. il paradosso è che anche quelli ridotti maluccio stanno sulla stessa soglia, se poi ci metti che non sono neanche true bypass, inizi a ragionare che si può anche prendere altro. successivamente al guv' nor uscì anche una versione MKII, ma è incomparabilmente inferiore di livello. altre case si sono avvicendate, una, la menatone, con il king of britain, molto ben riuscito, come al solito le prime serie, poi la jhs, con iol suo angry charlie e charlie brown, la friedman con il BE-OD, la Mi Audio, con l' ottimo Super crunch box v2. A me l' occhio è caduto su un altro pedalozzo, formato piccolo, minore rispetto a un boss, più simile a un mxr, il Catalinbread Dirty little secret MKIII. il pedale è molto rifinito, la verniciatura è eccellente, ma a guardarlo così sembrava anche un po' anonimo. 3 manopole di EQ, e poi come in un marshall vero, quella di volume e preamp. ora, detto tra di noi, mi sembrava la una sparata da venditore americano di medicine e pozioni del tardo ' 800. vado ad attaccarlo, dopo averlo pagato carissimo e nuovo, perchè introvabile usato, a uno spinotto da 9v del mio alimentatore, alzo un po' di volume dell mio niente di che peavey di 20 anni transtube, in canale pulito, collego la mia lespo, e tiro giù un accordo, un sol. Cacchio! che risposta! suono nitido, distorto, ma ricco di dinamica, non capivo se era acceso o spento su pennate più delicate, sentendone l' uscita. A quel punto prendo in mano la situazione e inizio a leggermi il bugiardino: il mostriciattolo può essere alimentato a 9, 12, 18 e 24v, in pratica come diamine vi pare! e ogni voltaggio da ovviamente più headroom della precedente. vi sentite arrabbiati col mondo e volete fare pace?io lo ero, e ho cambiato spinotto, l' ho attaccato alla uscita a 18v, e la differenza è stata imbarazzante, come passare da un 50w marshall a un 100w! contento dell' alimentazione a 18v inizio a giocare di fino con eq e preamp, in pratica il meccanismo per ottenere più o meno distorsione sono gli stessi di una testata, metti tutto a cannone e poi giochi con i volumi della les paul(adoro i 4 pot della gibson, sono intelligentissimi). beh, che dire: a ogni movimento del volume, ottieni sfumature di crunch e overdrive in sincronia con l' originale, ti guardi attorno, anche se sei da solo in casa, vorresti incrociare lo sguardo di qualcuno per quel cenno che significa "ehi, sì , sono io, l' ho trovato finalmente!" e continuare a strimpellare qualsiasi cosa pur di sentire ancora e ancora quel che esce dalla tua chitarra. insomma ragazzi, onestamente, per chi non l' avesse capito, sono entusiasta, e la storia del pedale definitivo inizia ad avere un certo peso nella gamma di opinoini che potrei farmi. Provare per credere!Ciauz!


ultimo aggiornamento:19\10\2018(10:09:13)
1
Aggiungi ai preferitiAggiungi ai preferiti
Contatta l'utenteContatta l'utente



gli articoli collegati:

galleria%20foto%20fullmetalmusic Fullmetalmusic
iscritto dal 2000 ,
(485 articoli)
Vive a Roma(Italia)