[X]

La tua email?


messaggio



Boss cs3

di fullmetalmusic


collezionismostrumenti musicali

il primo compressore non si scorda mai?


Aggiungi ai preferitiAggiungi ai preferiti
Contatta l'utenteContatta l'utente

il%20primo%20compressore%20non%20si%20scorda%20mai? Ok, quanto si è scritto e quanto si è detto del CS3 della Boss?una infinità . form factor, manopole etcetc, la sequela di predecessori, Gilmour, MIJ(made in japan), MIT(made in Taiwan). No, davvero, è sempre la stessa storia di sempre. Così non si può scrivere un articolo. la verità di fondo, è che nella precipua intenzione di dare un nuovo colore alle caratteristiche del CS3 in pedaliera, uno che ragiona ama riflettere a tutte le potenziali applicazioni el pedale che ha per rendersi conto se vale veramente la pena di caricarsi alti 300gr in valigetta e usare uno spinotto delll' alimentatore, piuttosto che tenersi leggero e pronto per un nuovo giocattolino che arriverà . Ma, c' è poi un ma. sia da parte di casa boss, che di ibanez, i due big d' epoca, ma in successione tutti gli altri, la storia dei pedalini ha visto una pandemia esplosiva di pedali usati sul mercato, questa è roba che dura. e se ben conservata, perchè no, costa di meno in molti casi. non ci si può vergognare di voler risparmiare qualche soldino. ora, il cs3 di cui si sta per esaminare ogni aspetto taciuto, sul mercato dell' usato, è reperibile con una certa facilità , e si è scambiata questa facile reperibilità , dettata da mille ragioni, di cui l' aspetto del confronto della sua funzione principale, cioè la compression, e con i concorrenti boutique, è solo un aspetto, ha fatto confondere il potenziale acquirente sulle funzioni utili che è in grado di ricoprire, se è adeguatamente inserito in pedaliera, certo, ma adeguatamente usato, perchè le manopole girate a casaccio, o " set &forget" , non sono proprio le modalità con cui risolvere i problemi di suono con uno di questi pedali. innanzitutto, prendiamo in cosiderazione a cosa srve un compressore, e capiamo come dovrebbe funzionare. la compressione è una tecnica di rielaborazione del suono che prende in considerazione tutta una gamma di frequenze, e i loro volumi, e cerca di livellarli sullo stesso volume di uscita. Immaginate un televisore acceso e voi che vi addormentate davanti a un documentario sulla savana. finisce il documentario e vi svegliate davanti a Rambo che fa saltare la pompa di benzina nel villaggio dello sceriffo cattivo. ecco, come potete notare ci sono una gamma di suoni diversi, a volumi diversi, meglio ancora, ci sono una gamma di frequenze diverse, a volumi diversi. se avessimo voluto mettere tutto sullo stesso piano, il fruscio delle piante nella savana, il gorgoglio delle acque del fiume, e via discorrendo, sarebbe stato sufficientemente alto da non permettervi di addormentarvi(condizionandovi ad abbassare un po' il volume), mentre l' esplosione di rambo forse non vi avrebbe svegliato di soprassalto. Con una chitarra in mano, questa operazione la fa il compressore, e la fa perchè suonando fisiologicamente sopratutto senza alcuna distorsione e overdrive, i volumi di determinate note e frequenze possono uscire debilitate, e richiedono di essere alzate di volume, mentre altre, a partire da quelle generate dalle corde di basso, magari è necessario sedarle per non impastare il suono nel suo complesso o sfondare i coni del vostro amplificatore(cosa da mai sottovalutare). quindi, poichè siamo nell' ambito del suono generato dalle corde, ognuna di queste subisce un impulso generato da dita o plettro, che si chiama attack, poi avviene il picco di rumore che genera la corda e decade quasi immediatamente(decay), e infine continua a vibrare per un tempo peraltro condizionato dalla chitarra nel suo complesso(sustain), fino a scomparire del tutto(release). L' acronimo di tutta questa solfa si chiama ADSR(così ve lo ricorderete magari, fa cultura). ora, sempre prendendo il caso di una bella suonata in canale pulito, sapete usare il tapping, immagino, e vi renderete conto quanto poco si sentirebbe in questo caso. con un compressore, otterreste, con le opportune regolazioni, la possibilità di pareggiare i conti tra una corda plettrata e una non plettrata, senza poisfondarvi i timpani con le corde di basso(la verità è che mi è successo e non è stata una esperienza piacevole). Il cs3, questa solfa che vi ho descritto, la manipola: riesce a gestire, certo, a modo suo, l' attacco, il sustain, quindi, in funzione del tipo di compressione generato, (che in genere abbassa i volumi di uscita di molte frequenze per permettere l' emersione di altre), corregge il tiro con la manopola del tono(che in genere coinvolge le alte e medio alte frequenze) è infine, pareggia il tutto col volume dell' ampli tramite la manopola volume, per l' appunto. la compressione in se, comporta, per tutte le ragioni sopra esposte, un aumento dei rumori di fondo, è normale usare un compressore in coppia con un noise suppressor(esiste anche della boss, visto che siamo in tema, io ne uso un altro), ed è utile anche con i suoni distorti perchè incide sul segnale dandogli maggiore corpo(in senso lato, distorsione). Abbiamo qui esaminato in breve le funzioni del cs3. Ora però dimenticatevi tutto e parliamo di come utilizzarlo a 360° : messo davanti al reparto delle distorsioni e addirittura prima del wahwah ha lo straordinario effetto di pompare qualsiasi cosa dopo. col wah wah ve ne accorgerete subito, sembra che gli abbiate dato il viagra!e ovviamente non prlo delle plettrate da accordo, ma di solfeggi qui e la. prendendo sempre come riferimento il cs3, la questione dei rumori di fondo, a discapito della compressione, si risolve anche rinunciando a alcune delle manopole, e decidendo che il cs3 per una vostra necessità , vi debba servire come boostdi volume per gli assoli, risparmiando allora i soldi di un pedale dedicato, basta semplicemente chiudere tutte le manopole e gestire solo il volume. qualcuno come il sottoscritto, per un determinato periodo, lo ha usato anche come killswitch ai tempi in cui gli accordatori erano solo pedali " always on" per i pezzi che avevano momenti di silenzio in cui la chitarra non si doveva sentire minimamente. se ne trovate uno, prima magari di prendere cose di alto livello, provatelo con calma, giocateci e prima di tutto cercate su internet di capire come utilizzarlo(sarebbe meglio un libro, ma ho rinunciato a suggerirlo, non mi ascolta nessuno. . ). potrebbe esservi più che sufficiente, invece di andare con 200 euro davanti a un tizio che ha fatto lo stesso errore e adesso punta a recuperare soldi e ridimensionare le sue pretese. Ciauz!

ultimo aggiornamento:15\10\2018(10:08:21)
1
Aggiungi ai preferitiAggiungi ai preferiti
Contatta l'utenteContatta l'utente



gli articoli collegati:

galleria%20foto%20fullmetalmusic Fullmetalmusic
iscritto dal 2000 ,
(485 articoli)
Vive a Roma(Italia)